pon 2014-2020 grande

school-academy ecdl lim registro-online

Classe 2.0

 

Mi esprimo con la luce

 

La luce è l’elemento senza il quale non vi è arte!

In particolare senza energia l’arte contemporanea non esisterebbe: tutte le nuove forme di arte multimediale senza energia elettrica non sarebbero possibili.

Per questo progetto siamo partiti dalle radici storiche dell’arte impressionista per arrivare all’arte moderna che esce dai musei e dagli spazi espositivi per entrare nella nostra scuola.

La luce è un potentissimo mezzo  di creazione: ha ispirato movimenti artistici come quello impressionista, che ne ha esplorato molteplici modalità espressive.

La creatività è energia e con questo progetto è stata utilizzata l’energia elettrica per la didattica dell’arte come motore di innovazione (alimenta i dispositivi della classe 2.0) e di produzione di energia culturale per la scuola.

In questo percorso che abbina arte e tecnologia abbiamo costruito un ponte fra l’arte impressionista e l’arte contemporanea attraverso la fotografia.

La fotografia utilizza la luce naturale o elettrica per creare “magie”, come elemento scenografico  e di pathos.

Le fotografie scattate dagli studenti sono state modificate e sono diventate poi videoarte a impatto zero cioè immagini in movimento e sono state fatte girare su un grosso monitor situato nell’atrio della scuola. Queste nuove forme di multimedialità senza energia elettrica non sarebbero possibili: in questo modo la luce elettrica si può ascoltare e vedere, proprio come anticipato dal movimento futurista.

Nella nostra scuola la classe 2.0 si è resa così protagonista di un esperimento di digital art: non sono cambiate solo le opere ma anche il modo di fruirle (tablet, smartphone, monitor…) e questo esperimento di innovazione didattica ha visto il coinvolgimento attivo dei ragazzi.

Voilà il Link

Beni progettati per "scadere". In questo video, gli studenti della classe II D della scuola secondaria di 1º grado di Fiorenzuola (Piacenza) , affrontano l'argomento dell'obsolescenza programmata e, a mo' di inviati del programma Le Iene, realizzano un'inchiesta ben documentata che intreccia le cattive abitudini dei consumatori agli interessi aziendali, sempre più orientati alla fabbricazione di oggetti di breve durata.

video finalistaXXII edizione.

3 maggio 2014

Valorinmoviemento

il video creato dalla attuale 3D

 roma  FullSizeRenderroma1     Premiazione a ROMA dell'Istituto Comprensivo di Fiorenzuola presso il Ministero della Pubblica Istruzione del concorso "PREMIO RAI RAGAZZI" con il presidente di RAIGULP dott. Roberto Schettino e la giornalista sportiva Paola Ferrari.
Inizio pagina